Le immersioni subacquee in Australia

Uno dei paradisi mondiali dello snorkeling e del diving, com’è risaputo, è l’Australia. Il Paese-a-testa-in-giù offre migliaia di kilometri di costa, barriera corallina mozzafiato ed una varietà di specie ittiche senza paragoni.

Ma l’intero continente è decisamente una meta poco pratica, bisogna decidere in anticipo quali parti andar a visitare di volta in volta e, se possibile, tornarci più volte in modo da aver modo di visitarne anche l’interno. Se però siete appassionati di mare, giochi ad acqua, immersioni e non sapete resistere ad un’uscita notturna e qualche cocktail, non possiamo che consigliarvi una settimana nella Gold Coast, nella zona di Brisbane, al confine tra il Queensland ed il New South Wales.

Qui potete vedere un elenco degli svariati siti di immersione in zona, un vero e proprio paradiso ricchissimo di specie. Alcuni relitti sparsi al largo si son resi nel tempo habitat ideale per ogni sorta di coloratissimo corallo, pesce ed alga. La riserva marina di Cook Island permette di ammirare incredibili scenari da fiaba anche senza doversi avventurare eccessivamente in profondità, tra tartarughe e diversi tipi di squali più o meno aggressivi. Le temperature dell’acqua variano tra un massimo di 27° ad un minimo sui 20°, e sono pertanto l’ideale per godersi appieno l’esperienza.

Ma la Gold Coast non è solo immersioni: tra grandi parchi acquatici (vedere i due colossi, Dreamworld e Wet’e’Wild, è un’esperienza da provare!), surf e spiaggie dorate. E per la sera, tutto previsto: diversi tavoli verdi, dal poker al blackjack, discoteche, pub, intrattenimenti di qualsiasi tipo: tutto quello che può servire per passare una vacanza meravigliosa in pieno relax.